CARATTERISTICHE DI UN LOCALE PER UN ASSOCIAZIONE DI CANNABIS ALLE CANARIE 

Da un po’ di tempo in Spagna ed alle Isole Canarie c’è stata una forte domanda per l’ottenimento delle licenze per i Club Privati di Consumatori di Cannabis. Questa attività è stata dichiarata legale dopo una sentenza della Corte Suprema che ha dato ragione a un litigante a favore della legalità di questa pratica. In questa attività, agli utenti è consentito consumare cannabis esclusivamente all’interno del locale, con il prodotto fornito dal club secondo limiti stabiliti dalla legge riguardo alle quantità.

Come suggerisce il nome, essendo un Club Privato, il titolare della licenza deve essere un’associazione privata registrata nel registro delle associazioni e i membri del cannabis club devono essere soci per poter accedere al locale e consumare.

Da allora, alcuni comuni hanno cercato di regolamentare l’apertura dei club attraverso ordinanze municipali con l’intento di limitarne il numero e la posizione per renderli il più possibile discreti. Altri comuni vietano del tutto questa attività, mentre altri concedono licenze per i club cannabici senza una normativa specifica, assimilandoli ad altri usi come quelli di pubblica frequentazione, uso culturale o commerciale, applicando le stesse regole o basandosi sul criterio del tecnico comunale di turno.

Vista la disparità di criteri e requisiti che variano da comune a comune, la nostra raccomandazione è di rivolgersi all’ufficio Urbanistica o Servizi Territoriali del comune e fissare un appuntamento con il tecnico delle Attività. Questo passo è fondamentale per capire se vengono o meno concesse licenze per questa attività e, in caso affermativo, quali sono i requisiti, soprattutto per quanto riguarda la posizione.

È comune che per questo tipo di attività sia richiesto che il locale mantenga una distanza minima da altri locali già aperti, evitando in particolare quelli definiti “usi protetti” come scuole, istituti, centri medici, luoghi di culto e strutture municipali come biblioteche o palestre.

Una volta parlato con il tecnico delle attività del comune e comprese le richieste, il passo successivo è la ricerca di un locale idoneo. Raccomandiamo di contattarci in questo punto, in quanto forniremo consulenza sulle caratteristiche del locale che dovete considerare per scegliere la sede più adatta per questa attività, facilitando così l’implementazione con il minor costo possibile.

Caratteristiche che il locale deve avere per adattarsi a questa attività:

– Sistema di uscita dei fumi: Un requisito fondamentale è la presenza di una uscita dei fumi che arrivi fino al tetto dell’edificio. Il locale deve essere isolato completamente dall’esterno per evitare che fumi e odori si diffondano, e per questo è necessario installare un sistema di ventilazione forzata che prenda aria dall’esterno, la porti nel locale e, contemporaneamente, raccolga i fumi interni, li filtri e li espelle attraverso una ciminiera sul tetto.

Spazi igienici: Poiché questa attività viene spesso assimilata all’uso di pubblica frequentazione, sono necessari almeno due bagni igienici, uno per uomini e uno per donne, entrambi adatti anche a persone con disabilità.

Installazione elettrica regolare: L’impianto elettrico deve essere regolarizzato e conforme alle normative, con cavi privi di alogeni e quadro elettrico con le protezioni indicate dalla legge REBT del 2002. Sarà necessario un boletín eléctrico emesso da un instalador oficial, il progetto elettrico realizzato da un ingegnere e superare un’ispezione iniziale da parte di un Ente di Controllo Autorizzato.

Protezione delle strutture: Se il locale dispone di travi metalliche o di legno nella struttura, queste devono essere ignifugate per proteggerle dal fuoco. Questa protezione può essere effettuata solo da un’azienda specializzata che emetterà un certificato dell’applicazione della protezione e del controllo degli spessori emesso da un’azienda indipendente.

Una volta scelto un locale che soddisfa i requisiti tecnici e le condizioni desiderate per posizione e costo, prima di firmare con il proprietario, consigliamo di avvisarci per effettuare una visita. In parallelo con tutte le pratiche comunali, sarà necessario creare l’associazione e registrarla nel registro delle Associazioni.

Studio Legale alle isole canarie

Contattaci

0
Would love your thoughts, please comment.x
× Posso aiutarti?